banner vicenza.com guida2

I due castelli

La partita a scacchi è il fulcro della tradizione marosticense, ed è evidente come il fascino di questo evento risieda nella ricostruzione fedele e accurata dello stile di vita di quel tempo, di fronte alla facciata del Castello Inferiore, illuminato nelle notti ancora estive di settembre. I due castelli di Marostica, Inferiore e Superiore furono costruiti a partire dal 1312: dopo varie vicissitudini e danneggiamenti, si arrivò al grande restauro del 1935, che diede alla struttura l'attuale aspetto.

Le due strutture, collegate da una cinta muraria che include anche il borgo, fanno da cornice alla città. Dal Colle Pausolino il Castello Inferiore domina il centro storico e si allunga fino al quello Inferiore, affacciato sulla Piazza principale. Il sentiero panoramico che li collega permette di ammirare uno spettacolo unico: è detto il sentiero dei Carmini e percorrerlo è una vera gioia per gli occhi.

Il Castello Superiore, edificato su fondamenta di origine romana, è posto su una collinetta dalla quale si gode uno splendido panorama. Per arrivarci si possono seguire due vie: la prima esterna percorribile in auto, la seconda, molto più suggestiva, parte dal centro abitato e passa tra gli ulivi.

Il Castello Inferiore, costruito nel XII secolo, è sede dell'Amministrazione comunale e in passato era la sede dei Podestà veneti: al suo interno vengono spesso organizzate mostre e manifestazioni, tra cui in maggio una kermesse di umoristi e in estate una mostra dell'artigianato. Degna di nota è la grande Sala del Consiglio, con numerosi affreschi, mentre nel cortile interno, reminiscenze del tempo medioevale, si trova un grande pozzo che cela un passaggio segreto che conduce alla piazza. Belle anche le sale delle Armi e del Governatore. Qui ha sede anche la mostra permanente dei costumi storici utilizzati per la Partita a Scacchi.