Pubblicato da: Andrea Casarotto
Vicenza,

CASAROTTO, AL CITTÀ DEL PALLADIO, TORNA A CASA

Il pilota vicentino, dopo il bel secondo posto al recente Due Valli, vuole essere protagonista, al volante della della Peugeot 208 R2, anche di fronte al pubblico amico.

CASAROTTO, AL CITTÀ DEL PALLADIO, TORNA A CASA

Vicenza, 07 Novembre 2018 – È un Andrea Casarotto carico a molla quello che si prepara ad affrontare, tra Sabato e Domenica prossimi, la nona edizione della Ronde del Palladio.
Il pilota vicentino, archiviato l'ottimo secondo di classe R2B al precedente Rally Due Valli, è atteso protagonista sulle strade di casa, alla guida della Peugeot 208 R2 messa in campo da Vsport, la quale sarà condivisa con l'amico di sempre, Oscar Da Meda.

“Con questa partecipazione al Palladio” – racconta Casarotto – “voglio ringraziare di cuore Oscar Da Meda, come gli avevo promesso tempo fa. Appena si è presentata l'occasione la abbiamo colta al volo ed eccoci qua, pronti a dare il massimo nella nostra gara di casa. Oscar è per me un amico davvero speciale. In questi anni ha sempre dimostrato, dentro e fuori dall'abitacolo, una serietà e professionalità invidiabili. Sono felice di tornare in gara con lui.”

Un connubio, quello condotto dal portacolori della scuderia Movisport, che ha dato ottimi frutti sulle speciali del Palladio: nella stagione 2016 infatti, alla guida di una Renault Clio R3, i due ottennero un ottimo secondo posto in R3C e sedicesimo nella classifica assoluta.
Tante emozioni alla vigilia quante le ambizioni di puntare al gradino più alto del podio, in quella che è da considerarsi una delle classi più competitive dell'intero panorama rallystico attuale.
Casarotto arriva quindi a timbrare il cartellino di presenza, in casa, consapevole di avere tra le mani un pacchetto tecnico di prim'ordine, nel quale il profondo affiatamento che lo lega a Da Meda giocherà certamente un ruolo chiave nel risultato finale.

“Siamo molto emozionati per questa vigilia” – aggiunge Casarotto – “e, a dire il vero, questa partecipazione non era così scontata. Dobbiamo ringraziare di cuore i nostri partners, i quali hanno voluto fortemente la nostra presenza, assieme alla scuderia Movisport ed al team Vsport che ci hanno sostenuto, sempre al massimo delle possibilità, anche in questa occasione. Faremo del nostro meglio, come sempre, per ripagare gli sforzi di tutti, soprattutto dei nostri partners che hanno dovuto accusare le problematiche meteo che ci ha rovinato in questi giorni.”

Per la nona edizione dell'appuntamento vicentino la Scuderia Palladio ha deciso di rimescolare, parzialmente, le carte sul tavolo, andando a spostare il fulcro dell'evento in quel di Trissino e rivisitando parte del percorso di gara.
Nel più classico del format ronde saranno quattro i passaggi previsti sulla prova speciale di “San Benedetto” (11,40 km), dai quali usciranno vincitori e vinti, nella speranza condivisa di un meteo che sia clemente.

“Il tratto cronometrato scelto dall'organizzazione ci piace molto” – sottolinea Casarotto – “e risulta essere molto tecnico, con tanti cambi di ritmo a spezzare il passo. I chilometri percorsi al Rally Due Valli ci hanno permesso di lavorare bene, assieme ai ragazzi di Vsport, sul setup della Peugeot 208 R2. Ci presentiamo a questo Palladio ad un buon livello di competitività. Sicuramente, dopo aver corso tanto con la Clio R3, dobbiamo riprendere confidenza con la piccola 208, capace di mettere a disposizione un'infinità di soluzioni a livello di setup. Abbiamo a che fare con una R5 in miniatura. La sfida è molto stimolante e noi siamo sempre pronti.”

Andrea Casarotto - Ufficio Stampa
blog comments powered by Disqus