Pubblicato da: Michela
Vicenza,

Eikon, ovvero l’arte vicentina di scrivere icone

Sabato 30 marzo apre a Monticello l’esposizione della Maestra iconografa Maria Grazia Zampieri

Eikon, ovvero l’arte vicentina di scrivere icone

Nella raccolta atmosfera della Chiesetta di Santa Maria Assunta di Vigardolo a Monticello Conte Otto sabato 30 marzo 2019 apre l’esposizione di icone e figure sacre ad opera dell’artista bolzanese Maria Grazia Zampieri.  

Il progetto espositivo, promosso dall’Associazione Culturale BOLArt, di cui Zampieri è membro senior, e dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Monticello di Conte Otto, si articola in un percorso composto di ventisei opere, chiaramente distinto tra figure sacre e icone, benedette e non. La produzione di Maria Grazia Zampieri si presenta come un’antologia completa delle classiche raffigurazioni, dalle varianti icone del Cristo Archeopata, Pantocratore e della Misericordia alle diverse rappresentazioni della Madre di Dio, dalle immagini della Sacra Famiglia a quelle degli Angeli. Non mancano pezzi particolarmente complessi come la Trinità e l’Annunciazione e un paio di dipinti ispirati agli affreschi di Ubaldo Oppi che decorano la vicina Chiesa arcipretale di Bolzano Vicentino, paese in cui è nata e tutt’oggi vive l’artista.

Maria Grazia Zampieri, formata come decoratrice di ceramica, è Maestra d’Arte presso la Scuola Iconografica del Santuario di Santa Maria Salus Infirmorum in Scaldaferro di Pozzoleone, ma pratica da decenni la “scrittura dell’icona”, come ella stessa definisce il rituale che sottende la nascita dell’immagine sacra.

Zampieri vive il momento artistico come atto di conoscenza e poi di fede: la sua sfida è stata quella di mettersi in gioco per imparare umilmente a conoscere prima di giudicare, arrivando a comprendere che il simbolismo delle icone è un codice di comunicazione condiviso attraverso colori, forme, atteggiamenti …. L’atto di fede è stato invece un coronamento di un percorso personale e spirituale, in quanto la Nostra è consapevole di esercitare un’arte che l’ha avvicinata ancor di più al mistero del sacro: con la preghiera cerca l’ispirazione per l’opera; attraverso la creazione impara a conoscere più approfonditamente e, di riflesso, ad amare incondizionatamente il mondo.

L’inaugurazione ufficiale dell’esposizione è fissata per domenica 31 marzo alle ore 17.30 con l’intervento di Lorena Bizzotto, esperta in iconografia sacra che introdurrà il pubblico nel favoloso mondo delle raffigurazioni iconiche. La fruizione della mostra sarà anche innovativamente affidata ad una guida per dispositivi mobile via APP gratuita a disposizione dei visitatori che potranno accedere alla Chiesetta in forma libera e gratuita nei pomeriggi fino a domenica 7 aprile, dal martedì alla domenica dalle 16 alle 19 e durante le mattine di sabato e domenica dalle 10 alle 12.

Per informazioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. .

MICHELA MENEGUS
blog comments powered by Disqus