Pubblicato da: Gaetano
Vicenza,

Finali Nazionali Under 18: Bruel Volley Bassano, alla fine è un argento che vale oro

Dopo un torneo praticamente perfetto, la squadra di Martinez si arrende solo in finale alla superiorità del VolleyRò Casal de Pazzi, il 2° posto è l’ennesima perla di una stagione da sogno

Finali Nazionali Under 18: Bruel Volley Bassano, alla fine è un argento che vale oro

FINALE SCUDETTO U18 FEMMINILE

Bruel Volley Bassano – VolleyRò Casal de Pazzi 0-3 (18-25, 17-25, 20-25)

Bruel Volley Bassano: Mason, Formilan (L), Moro 5, Fucka R. 8, Pais Marden, Andrich, Salimbeni, Rampazzo (L), Fucka T. 2, Stocco 6, Mangani 11, Bertollo, Cagnin 6. 1° All.Martinez, 2° All. Folle

Casal de Pazzi: Mancinelli 10, Scola 1, Compierchio, Napodano (L), Pietrini 20, Ciarrocchi 2, Giugovaz, Bartolini 11, Ghezzi, Cecconello 3, Tanase 1, Nwakalor 11, Ferrara (L). All.Kantor

Note. Bassano: battute errate/vincenti 4/6, muri 6. Casal de Pazzi: battute errate/vincenti 10/6, muri 9.

Finisce con un argento che vale oro la straordinaria stagione dell’Under 18 Brunopremi.com: nella finalissima per lo scudetto giocata oggi pomeriggio al PalaPanini di Modena le leonesse non hanno potuto nulla contro lo strapotere delle tre volte campionesse in carica del VolleyRò Casal de Pazzi che ancora una volta hanno dettato legge portando a casa il quarto scudetto consecutivo nella categoria under 18. Il Bruel Volley, reduce da 5 vittorie su 5, ha chiuso la manifestazione con una sconfitta piuttosto netta in una finale che di fatto non ha mai avuto storiae, sebbene alla fine abbia  vinto la squadra più forte, resta comunque il rammarico in casa Bassano per non aver giocato all’altezza delle proprie capacità: capitan Fucka e compagne hanno sofferto probabilmente un po’ di timore reverenziale dimostrando peraltro di essere meno abituate delle avversarie a reggere la pressione di certe partite. Tolto il comprensibile rammarico, va detto però che le leonesse tornano a casa con una straordinaria medaglia d’argento a coronamento di una stagione da sogno culminata prima con la salvezza centrata in anticipo in serie B1, poi con il titolo regionale di categoria e adesso con il 2° posto alle Finali Nazionali. Per cui, delusione a parte, non c’è che da gioire e da festeggiare perché davvero più di così non si poteva chiedere a queste straordinarie ragazze.

Mister Martinez deve ancora rinunciare a Chiara Mason infortunatasi nel corso della manifestazione per cui scende in campo come in semifinale la giovanissima Emma Cagnin. L’inizio di 1° set promette bene perché gli ace di Stocco e Tatjana Fucka portano il Bassano avanti 8-5. E’ un fuoco di paglia perché ben presto il VolleyRò prende in mano le redini della sfida mettendo in difficoltà la ricezione giallorossa e prendendo tutto a muro e in difesa. Il pareggio arriva a quota 8 dopodiché inizia il monologo delle giocatrici laziali che volano via 10-13 e 11-18 con un’infermabile Pietrini per chiudere i conti sul 18-25. L’inizio di 2° set è da incubo: con due ace il Casal de Pazzi si porta subito sull’1-5 e poi sul 5-12. Mangani tiene a galla la sua squadra in attacco e il muro di Rebecka Fucka riaccende le speranze bassanesi (12-15), ma ancora una volta la speranza dura poco perché le laziali accelerano nuovamente nel finale diventando imprendibili: finisce 17-25 e per il Bassano si mette davvero male. Nel 3° set è sempre il VolleyRò a condurre ma almeno in questo parziale in campo si vede il vero Bruel Volley e infatti la partita è decisamente più equilibrata. Casal de Pazzi resta avanti di un paio di punti fino a metà set, un ace di Cagnin  costringe mister Kantor al time out sul 15-16, ma al rientro Pietrini e compagne non perdonano: il VolleyRò vola verso lo scudetto portandosi sul 17-21 per chiudere definitivamente la contesa sul 20-25. Le ragazze del Casal de Pazzi festeggiano il tricolore, mentre sul campo opposto per le ragazze di Martinez, accanto alla comprensibile delusione, c’è anche davvero tanta soddisfazione per quanto fatto nel corso della manifestazione e per una medaglia d’argento che vale quasi oro e che soprattutto rappresenta il coronamento di una stagione da sogno.

 

Ufficio Stampa Bruel Volley Bassano
blog comments powered by Disqus