Pubblicato da: Redazione VICENZA.COM
Vicenza,

IL VICENTINO CHRISTIAN GRECO A SOLI 39 ANNI A CAPO DEL MUSEO EGIZIO

Prestigioso incarico per il giovane docente universitario originario di Arzignano in provincia di Vicenza. A lui vanno anche i nostri complimenti.

IL VICENTINO CHRISTIAN GRECO A SOLI 39 ANNI A CAPO DEL MUSEO EGIZIO

Assomiglia più all'icona avventurosa e trasgressiva dell'archeologo più famoso del cinema di Hollywood, Indiana Jones, più che a quella tradizionale del docente universitario. Si chiama Christian Greco e da qualche giorno, a soli trentanove anni, è anche il nuovo direttore del Museo Egizio di Torino, il più importante al mondo dopo quello del Cairo. Nato ad Arzignano in provincia di Vicenza, il talentuoso Christian è un egittologo, docente universitario nei corsi di Egyptian e Archaelogy of Nubia and Sudan all'Università di Leiden, dove vive attualmente ed è curatore di una delle collezioni egizie più importanti d'Europa, quella del Museo delle Antichità della città olandese. In precedenza ha sviluppato anche importanti collaborazioni internazionali, sia come membro di gruppi di ricerca sia con altri musei fra cui i Musei Vaticani e il Louvre. Ha all'attivo numerose pubblicazioni ed ha curato progetti espositivi e di curatela anche in Giappone, Finlandia e Spagna.
Il suo profilo è stato ritenuto dalla commissione di valutazione il più adatto a guidare un museo che nel 2013 ha registrato oltre 540 mila ingressi, superando i visitatori del 2006, anno delle Olimpiadi invernali di Torino.

“Con immenso piacere accolgo la notizia della mia nomina. - ha dichiarato il giovane direttore - Costituisce per me un enorme onore ed un sogno che si realizza. La mia opera sarà volta a rafforzare l'attività di ricerca del Museo. Con la mia profonda passione per questa magnifica collezione cercherò di essere di ispirazione per i miei collaboratori nell'aspirare al raggiungimento di un obbiettivo comune: rendere Torino davvero un luogo imprescindibile per chiunque abbia un interesse di qualsiasi tipo legato al mondo egizio antico".

La storia di Christian Greco ha una doppia valenza. Non solo costituisce un vanto per la comunità berica, ma rappresenta anche un'importante segnale in chiave nazionale. Un talento italiano under 40 che torna in Italia a dimostrazione che la cultura è ormai riconosciuto da molti opinion leaders come un asset strategico imprescindibile sul quale investire per ridare al nostro paese un ruolo nell'economia del futuro.

Complimenti a Christian anche da VICENZA.COM per aver saputo affermarsi con successo e portare il nome di Vicenza nel mondo.

Redazione VICENZA.COM
blog comments powered by Disqus