Pubblicato da: Redazione Vicenza.com
Vicenza,

L'improvvisa scomparsa in Eritrea Di Sua Ecc.za Mons. Abune Tesfarian Bedho primo Eparca di Keren

L'improvvisa scomparsa in Eritrea Di Sua Ecc.za Mons. Abune Tesfarian Bedho primo Eparca di Keren

CHIESA VIVA on line 02/2003L'improvvisa scomparsa in Eritrea Di Sua Ecc.za Mons. Abune Tesfarian Bedho primo Eparca di Keren

Un Vescovo povero tra i poveri che alcuni gruppi missionari della nostra diocesi hanno generosamente sostenuto nel suo instancabile servizio di promozione umana.

Domenica 28 luglio 2002 era stato un giorno tanto felice per l'Eparca di Keren, mons. Bedho, che con gli altri vescovi dell'Eritrea aveva consacrato a Hebo il nuovo santuario dove sono conservate le spoglie mortali di San Giustino de Jacobis, fondatore della Chiesa Cattolica in Eritrea ed Etiopia. I cinque vescovi dell'Eritrea avevano programmato un incontro per il giorno successivo ad Asmara alle ore 10.00, ma a quell'ora mons. Tesfarian era già stato chiamato per il suo incontro eterno con il Signore Gesù. I vescovi attesero invano che mons. Tesfarian giungesse all'incontro.
Alle ore 6.00 del mattino, mentre si stava preparando per gli impegni della giornata, un infarto gli provocò la morte. Subito una folla di sacerdoti, religiosi e laici si raccolse in preghiera presso il Seminario dove alloggiava.
La salma fu trasportata nella cappella dello stesso Seminario affollato di fedeli, dove si svolsero le toccanti esequie in lingua ghe'ez. Successivamente la bara fu accompagnata, in una lunga processione per le vie di Asmara, nella cattedrale di Kidane Meheret. Il giorno seguente 30 luglio, la cattedrale di Asmara era gremita di gente, riunita per le solenni esequie, presiedute da quattro vescovi. Alle ore 10.00 un interminabile corteo accompagnò la salma del primo vescovo di Keren nella sua cattedrale, che sognava di poter portare a compimento dopo le devastazioni della guerra etiopico-eritrea. Erano ad attenderlo cattolici, ortodossi, protestanti e musulmani, tutti condotti lì da grande riconoscenza e venerazione.
Con la gente del popolo c'erano il Gran Mufti di Asmara, Ambasciatori e Organizzazioni umanitarie. Alla fine del funerale, durato quattro ore, le spoglie mortali furono affidate alla terra tra due alberi, accanto alla tomba dei primi missionari. L'eparchia di Keren, inviandoci queste affettuose notizie sulla morte del suo primo vescovo, ringrazia la nostra diocesi per gli aiuti inviati e ci prega di non dimenticare il sogno di mons. Tesfarian: dare visibilità alla Chiesa cattolica, portando a compimento la cattedrale.


blog comments powered by Disqus