Pubblicato da: Gaetano
Vicenza,

Montecchio parte bene ma Orvieto rimonta

La formazione di Bertolini è subito in partita ma la “banda Santini” risponde da grande squadra

Montecchio parte bene ma Orvieto rimonta

La prima trasferta di serie A2 di S.lle Ramonda-Ipag Montecchio si conclude con una sconfitta. Una partita dai due volti quella giocata in terra umbra, la formazione castellana gioca alla grande il primo set ed alla pari con le avversarie il quarto parziale, in mezzo una sbandata che costa caro a Brutti e compagne.

“Nel secondo parziale le nostre avversarie hanno cominciato ad esprimere la loro reale pallavolo, quella che fino ad ora non si era vista e ci hanno fatto male anche dal punto di vista mentale. Infatti nel terzo set siamo quasi scomparsi dal campo e ci siamo fatti schiacciare anche dalla loro caratura” così commenta l’allenatore castellano a fine partita.

Nel primo set la prestazione di Montecchio è completa in battuta a muro ed in attacco. Impressionante invece la reazione di Zambelli Orvieto con Aricó e Grigolo che saltano più in alto e schiacciano più forte delle avversarie e le spazzano via. Orvieto continua a cavalcare il momento positivo e si impone anche nel terzo set non lasciando diritto di replica alle castellane. Sempre Bertolini a fine partita:

“Nonostante la sconfitta sono soddisfatto dell’approccio alla gara e del lavoro in attacco soprattutto quando abbiamo rigiocato bene la palla. Sono riuscito a far ruotare tutte le ragazze e di certo questa gara sarà un buon insegnamento sul livello agonistico che troveremo durante tutto il campionato”.

Zambelli Orvieto: 3
Slle Ramonda-Ipag Montecchio: 1

S.LLE RAMONDA-IPAG MONTECCHIO: Bovo, Brutti 11, Marcolina 9, Kosareva 2, Stocco, Fiocco 2, Gomiero 15, Lucchetti, Pericati (L), Giroldi 3, Pamio 8. Ne. Fontana. All. Bertolini.

ZAMBELLI ORVIETO: Volpiani 1, Aricó 21, Ciarrocchi 9, Santini 7, Grigolo 19, Rocchi (L), Mio 9. All. Solforati.

Parziali: 25-17, 17-25, 13-25, 21-25

Ufficio Stampa Unione Volley Montecchio Maggiore
blog comments powered by Disqus