Pubblicato da: Redazione VICENZA.COM
Vicenza,

RIAPERTO PONTE DEGLI ANGELI A VICENZA

Di nuovo garantito il passaggio in uno dei punti nevralgici della città, dopo importanti lavori per nuovi cablaggi e ritrovamenti archeologici. Nei prossimi mesi 30 cantieri in città di cui 12 in centro storico.

RIAPERTO PONTE DEGLI ANGELI A VICENZA

"Ponte degli Angeli è stato riaperto alla circolazione il 14 agosto, in anticipo rispetto alle previsioni - ha annunciato con soddisfazione il sindaco Achille Variati Nonostante l'interruzione, seppur breve, delle attività per i ritrovamenti archeologici, la ditta riuscirà a concludere i lavori addirittura in anticipo".
Il ponte era stato chiuso da lunedì 27 luglio per consentire la sostituzione dei sottoservizi proseguendo il cantiere attualmente in corso in contra' Vittorio Veneto, contra' Canove e largo Goethe: si tratta della sostituzione delle condotte e degli allacci dell'acquedotto e del gas metano, la posa dei cavidotti di energia elettrica nonché la realizzazione di nuove linee ed allacciamenti di telecomunicazioni a cura di Aim per una valore di 600 mila euro. Acque Vicentine sta invece sostituendo e potenziando le tubazioni di acquedotto (risalenti al 1896 quelle in contra' Canove e Largo Goethe, al 1952 quelle in contra' Vittorio Veneto) e gli allacciamenti ad esse collegati per un investimento di circa 500 mila euro.

La chiusura è stata anche l'occasione per effettuare prove di carico sul ponte per la valutazione dello stato complessivo dell'infrastruttura. Pertanto lunedì 27 luglio il settore infrastrutture del Comune ha "caricato" il ponte con quattro autocarri pieni di ghiaia per un peso complessivo di 400 quintali. Le condizioni sono risultate soddisfacenti tanto che la struttura si è comportata esattamente come nel 1959, anno del primo collaudo. Non ci sono situazioni di criticità e gli uffici predisporranno un programma di mantenimento della struttura più che un progetto di restauro.

Un suggestivo ritrovamento archeologico ha rallentato provvisoriamente il cantiere. Durante gli scavi, in corrispondenza dell'isola pedonale davanti a palazzo del Territorio, sono emersi i resti della chiesa di Santa Maria degli Angeli, edificio del 1400, completamente ricostruito nel 1700, come testimoniano le mappe cittadine, e definitivamente abbattuto alla fine del 1800 dopo essere stato utilizzato come magazzino in epoca napoleonica. Gli scavi hanno portato alla luce quello che la soprintendenza ha riconosciuto essere il pavimento dell'antica chiesa quattrocentesca e tre camere funerarie, su cui peraltro poggiano tubature risalenti agli anni '50.
Il cantiere, dopo i rilievi archeologici, è successivamente ripartito.
Dal 14 agosto, per 15 giorni, non sarà percorribile la sola corsia di marcia da largo Goethe a piazza Matteotti e verrà ripristinata la normale viabilità da Levà degli Angeli verso il ponte e anche in stradella dei Munari e in contra' Pedemuro San Biagio. Insieme a ponte degli Angeli, anche contra' Pusterla sarà nuovamente percorribile.

Entro pochi giorni, se le condizioni meteorologiche lo consentiranno, verrà completata la posa delle condotte e dei cavidotti in contra' Vittorio Veneto con l'obiettivo di realizzare entro il mese di settembre il rifacimento di tutti gli allacci. In settembre inizieranno i lavori alle laterali. I lavori verranno completati entro l'anno: i manti d'usura definitivi verranno stesi nell'estate 2016, dopo il consueto periodo di assestamento.

CANTIERI IN CENTRO STORICO
Progressivamente, tra agosto, settembre e ottobre, apriranno in centro storico 12 cantieri per un investimento di circa 2 milione e mezzo di euro, mentre in tutta la città si lavorerà complessivamente in 30 cantieri (compresi i 12 del centro storico).

Dal 25 agosto al 4 settembre verrà chiuso l'incrocio tra via Bonollo, contra' porta Nova e contra' del Quartiere per consentire i lavori di Aim ai sottoservizi.

Si lavorerà in contra' del Quartiere dal 21 settembre per circa due mesi anche in questo caso per la sistemazione dei sottoservizi. Sarà comunque consentito il passaggio il giovedì in occasione del mercato in piazzale del Mutilato.

I lavori a ponte Furo sono sostanzialmente terminati: rimangono alcuni interventi che non interferiranno con la viabilità e che si svolgeranno tra la fine di agosto e i primi di settembre.

Verso settembre si lavorerà a Ponte San Michele con una serie di interventi per migliorare lo stato della pavimentazione in ciottoli e della balaustra, entrambe degradate.

La rotatoria di piazza XX Settembre verrà asfaltata in orario notturno i primi giorni di settembre e la circolazione sarà comunque sempre consentita. Inoltre in orario diurno verrà sistemata la pavimentazione stradale in corrispondenza della fermata dell'autobus.

Ad ottobre sarà la volta della zona di San Pietro che verrà asfaltata.

Ultimo intervento per corso Padova dove tra la fine di agosto e i primi di settembre verrà rifatta la strada con un nuovo sottofondo e la stesura dell'asfaltatura definitiva: si tratta di ripristini definitivi che verranno effettuati da Aim in corrispondenza degli scavi la cui spesa verrà integrata dal Comune per consentire l'asfaltatura di tutta la strada, affinché il lavoro risulti completo. Questo intervento è necessario perché la strada risulta parecchio dissestata anche in punti in cui non si è intervenuti con gli scavi.

"Possiamo finalmente dire che sta per giungere a conclusione il lungo intervento in corso Padova che, mi rendo conto, ha causato disagi a commercianti e residenti - ha dichiarato il sindaco -. I lavori consentono ora di avere dei sottoservizi sicuri, nuovi e quindi senza il rischio di dispersioni di acqua e gas, beni preziosi; e poi una nuova rete di telecomunicazioni. Inoltre la strada verrà completamente rifatta con la realizzazione di un nuovo fondo stradale su cui poi verrò steso l'asfalto che restituirà una strada completamente nuova. La zona ne avrà sicuramente un beneficio dal punto di vista della qualità della vita, come avviene del resto in altri cantieri in cui viene migliorato lo stato dei disservizi".

Tra i 12 cantieri del centro storico ci saranno infine quello per garantire la sicurezza di ponte delle Barche, in settembre, con gli allacciamenti al Teatro Astra, poi l'asfaltatura di contra' Burci e la sistemazione della pavimentazione stradale in corrispondenza della rotatoria accanto alla stazione ferroviaria di Vicenza.

Redazione VICENZA.COM
blog comments powered by Disqus