Pubblicato da: Redazione VICENZA.COM
Vicenza,

SOTTO L’ALBERO I VICENTINI SCELGONO I PRODOTTI TIPICI LOCALI

Sono il dono che va per la maggiore secondo un’indagine di Coldiretti. Oltre cento euro di spesa alimentare a persona per le feste natalizie.

SOTTO L’ALBERO I VICENTINI SCELGONO I PRODOTTI TIPICI LOCALI

A quanto pare il regalo “fashion” non è più soltanto il monile di valore, ma anche un cesto di prodotti tipici del territorio, in grado di rendere il Natale ancor più un’autentica festa in famiglia.
A confermare questa tendenza è un’indagine Coldiretti/ixe’, il Centro ricerche indagine della grande associazione che riunisce le aziende e gli operatori di settore, dalla quale si evidenzia che quest'anno la personalizzazione di cesti fai da te riempiti con prodotti curiosi, innovativi o che rispondono alla specifiche passioni e tendenze, dal green al biodiverso fino a quello del contadino, è in crescente richiesta. Con il cibo ed il vino, che sono al primo posto tra i regali di Natale, in una famiglia su tre, sotto l’albero trovano spazio i tradizionali cesti con i prodotti enogastronomici tipici, già confezionati o fai da te, da consumare nei pranzi e cenoni delle feste insieme a parenti ed amici. Tra i prodotti più gettonati nel cesto trovano posto, nell’ordine, i dolci (nel 60% dei cesti), il vino/spumante (58%) , la frutta secca a pari merito con le lenticchie (43%) ed i salumi (42%). “La spinta verso regali utili privilegia l’enogastronomia anche per l'affermarsi di uno stile di vita attento alla riscoperta della tradizione a tavola che si esprime con la preparazione fai da te di ricette personali per occasioni speciali. L’agroalimentare tra doni, pranzi e cenoni – commenta il presidente provinciale di Coldiretti Vicenza, Martino Cerantola – è quest’anno la voce più pesante del budget familiare per le feste di fine anno, con una spesa media che supera i cento euro a persona, privilegiando il fai da te casalingo, che non si registrava da oltre cinquanta anni”. Il ritorno in cucina spinge anche verso una scelta attenta degli ingredienti, con una tendenza elevata alla ricerca di materie prime fresche e genuine. Il risultato è un vero boom degli acquisti nelle fattorie o nei mercati di Campagna Amica, dove faranno la spesa di Natale quasi un consumatore su cinque (17%), secondo l’analisi Coldiretti/Ixè. “La migliore garanzia sull’originalità dei prodotti alimentari in vendita nei mercati – conclude il presidente Cerantola – è la presenza del produttore agricolo che può offrire informazioni dirette sul luogo di produzione e sui metodi utilizzati. Una garanzia di genuinità, convenienza ed in molti casi la possibilità di prepararsi o farsi preparare i tipici cesti natalizi con prodotti caratteristici del territorio a chilometri zero”.

Redazione VICENZA.COM
blog comments powered by Disqus