Pubblicato da: Redazione VICENZA.COM
Vicenza,

UN MONACO CINESE IN BASILICA PALLADIANA

Sabato 29/04/2017 alle ore 19.00 il Maestro Shi Miao Chan, monaco guerriero cinese si esibisce per una suggestiva dimostrazione di Tai Chi.

UN MONACO CINESE IN BASILICA PALLADIANA

SI intitola “Le forme del Tai Chi” l’evento che illuminerà la Basilica Palladiana in Piazza dei Signori a Vicenza di una nuova energia, quella interiore sviluppata dalla millenartia arte del Tai Chi.

Dopo le esibizioni pubbliche dedicate a questa affascinante disciplina nel magico scenario di Parco Querini, le manifestazioni per la Giornata Mondiale del Tai Chi si concluderanno in un contesto inedito e inusuale. Sarà infatti il grandioso salone della Basilica Palladiana, che in questo periodo ospita al suo interno la mostra “Flow. Arte contemporanea Italiana e Cinese in dialogo”, a fare da scenografia d’eccezione per la suggestiva esibizione del Maestro Shi Miao Chan (Du Junmin), monaco guerriero della 36 generazione del Tempio di Fawang.

L'evento è incluso nel prezzo del biglietto della mostra di 7 euro.
Sabato 29/04/2017 alle ore 19.00

 

IL MAESTRO SHI MIAO CHAN
Il Maestro Shi Miao Chan è un monaco guerriero della 36 generazione del Tempio di Fawang, nel quale si pratica il vero Kung Fu Shaolin.
Nato nella città di Anyang nella provincia dell’Henan nelle vicinanze del Tempio di Shaolin, la sua passione per le arti marziali fin dall’infanzia, lo porta a praticare il Kung Fu già all’età di 8 anni.
A 10 anni è stato scelto per entrare a studiare nel Tempio di Fawang ed è diventato Discepolo del Monaco Shi Heng Jun, è un Wuseng completo cioè un monaco guerriero e conosce tutte le arti marziali tradizionali cinesi e seguendo i loro insegnamenti del Chan ha potuto applicarlo al Kung Fu come l’antica tradizione dello Shaolin prevede.
E’ esperto nel Kung Fu Shaolin sia a mani nude che con le armi tradizionale, come bastone, sciabola e spada.
Conosce tutti gli stili imitativi degli aniamli, come leopardo, serpente e gru, anche se predilige i famosi stili della mantide religiosa, della tigre, dell’aquila e della rana del quale è uno dei pochi ad eseguirlo in modo esemplare.
Conosce tutte le armi tradizionali, come bastone, spada e sciabola ma preferisce le armi doppie tra le quali, le doppie sciabole e le doppie catene.
Oggi insegna in tutta Italia, ma la sua base è proprio a VIcenza.

SCOPRI DI PIU'

Redazione VICENZA.COM
blog comments powered by Disqus