Pubblicato da: Gaetano
Vicenza,

Uno strepitoso Brunopremi.com è Campione regionale Under 16

Le leonesse dominano la finale regionale tra le mura amiche del PalaLungobrenta e conquistano il 4° titolo under 16 in 6 stagioni. Gioia doppia per Emma Cagnin che fa 17 punti e porta a casa il titolo di mvp della finale

Uno strepitoso Brunopremi.com è Campione regionale Under 16

Brunopremi.com Bassano: Guerra 1, Tommasin 11, Tartaglia 4, Cagnin 17, De Vido (K) 2, Arboit, Campagnolo, Ferrazzi, Dall’Igna, Paganin, Pierobon (L), Bollettin 5. 1° All. Martinez, 2° All. Folle

2TScavi ImocoVolley San Donà: Scantamburlo 2, Farnia, Scapin 5, Andreon, Cavalier (K) 12, Leandri 3, Toniolo, Pelloia, Carrer (L), Rossetto 5, Brussolo (L), Frosini 7, Bondarenko. 1° All. Sacchetta, 2° All. Simone
NoteBassano: battute errate/vincenti 3/4, muri 7, errori 9. San Donà: battute errate/vincenti 4/4, muri 5, errori 21. Arbitri: Vincenzo Bruno da Treviso e Marco Gambarotto da Treviso. 
Segnapunti: Giuditta Venchiarutti da Vicenza.
Uno strepitoso Brunopremi.com Bassano sale sul tetto del Veneto nella categoria under 16 coronando, al termine di una finale praticamente perfetta, una cavalcata irresistibile iniziata dopo l’altro trofeo vinto in stagione, ovvero il titolo provinciale di categoria. Le leonesse, dopo aver dominato la fase regionale lasciando per strada appena 2 set in 5 incontri, hanno schiantato in 3 set le storiche rivali del San Donà che hanno così abdicato dal trono regionale dopo il successo dell’anno scorso. Il Bruel Volley Bassano invece ottiene il 4° titolo regionale under 16 in 6 anni di vita: dopo i successi del 2012, del 2014 e del 2015, le leonesse tornano così campionesse regionali riscattando il 4° posto della passata stagione e arricchendo una bacheca che in sei stagioni, ovvero dalla stagione 2011-2012 che è la data di nascita del Bruel Volley, conta già ben 8 titoli regionali tra under 16 e under 18, e uno scudetto, quello vinto sempre dall’Under 16 nel 2012.
 
Riguardo alla partita giocata oggi pomeriggio al PalaLungobrenta va detto che le leonesse hanno approfittato al meglio del fattore campo giocando una partita pressoché perfetta nel 2° e nel 3° parziale che non ha davvero avuto storia. L’unico brivido della giornata i tifosi giallorossi l’hanno provato nel 1° set quando la squadra di Martinez ha rischiato qualcosa di troppo vincendo al fotofinish col punteggio di 25-23. Per finire, detto che una vittoria del genere è sempre e comunque una vittoria di tutto il gruppo allenato da Cristina Folle, non si può non rendere merito alla giocatrice che ha trascinato la squadra ovvero Emma Cagnin autrice di ben 17 punti e premiata a fine partita col trofeo di mvp della finale.
1° set. L’inizio di match è favorevole al Bassano che gioca meglio in attacco e sbaglia meno mentre a muro si fanno sentire i centimetri di Tommasin che firma l’8-4 stoppando Cavalier: il capitano veneziano però si riscatta propiziando in attacco e dalla linea dei 9 metri la rimonta veneziana (9-8). Il Brunopremi.com torna avanti 14-10 con Cagnin e 17-13 con Tartaglia, ma dall’altra parte della rete è sempre capitan Cavalier a far male e a tenere in partita la sua squadra (17-15, time out Bassano). San Donà trova la parità e poi addirittura il vantaggio con i muri vincenti su De Vido di Scapin e Frosini (18-19). Il Bruel Volley reagisce trovando la parità con Tommasin prima (22-22) e Cagnin poi (23-23), mentre il primo set point per le bassanesi arriva su un banale errore veneziano: nell’azione successiva Tommasin mette bene le mani a muro firmando il 25-23 su cui si chiude il parziale.

2° set. Il Bruel Volley parte forte trascinato da Cagnin e sul 6-2 mister Sacchetta chiama il primo time out a sua disposizione sostituendo Frosini con Bondarenko, ma l’inerzia del match non cambia e così sul 10-2 le ragazze del 2TScavi Imoco sono di nuove chiamate a sé dal tecnico veneziano. Nelle fila di San Donà entrano anche Pelloia e Scantamburlo, il Bassano però continua a tenere in mano le redini del match e sul 17-7, con qualche errore di troppo da parte veneziana, i giochi ormai sembrano fatti. Nel finale di set l’Imoco continua a sbagliare tanto soprattutto in attacco consentendo a Bassano di gestire senza affanni: le bassanesi volano via 22-9 per chiudere 25-10 con un tocco felpato di Tommasin.

3° set. Dopo un buon inizio per l’Imoco (0-2), il Bruel Volley prende subito in mano le redini del parziale strapazzando le avversarie e portandosi sul 13-3 grazie agli attacchi di una scatenata Cagnin ma anche grazie ai tanti errori commessi dalle veneziane. Le ragazze di Martinez intravedono il traguardo mentre in casa San Donà tutte sembrano davvero aver mollato la presa. Il finale di set è tutto di marca bassanese: Tommasin attacca per il 17-5, Cagnin piazza l’ace del 19-6 e Bollettin non sbaglia al centro per il 20-6 in favore del Bruel Volley. La squadra di Martinez non sbaglia più niente e il trionfo arriva sul 25-15 con punto finale della migliore in campo ovvero di Emma Cagnin che mette a terra il 17° pallone della sua partita scatenando l’incontenibile festa delle leonesse sul parquet del PalaLungobrenta.

 
Per le leonesse dell’Under 16 adesso è tempo di pensare alle Finali Nazionali di categoria in programma dal 30 maggio al 4 giugno a Matera cui il Bassano partecipa per la 5^ volta in 6 anni, altro risultato da record per la società bassanese.

 

 
 
Ufficio Stampa Bruel Volley Bassano
blog comments powered by Disqus