Pubblicato da: Redazione Vicenza.com
Vicenza,

VICENZA: BELLEZZA TUTTA DA SCOPRIRE

Vicenza sta diventando sempre più meta turistica, inserita in circuiti nazionali ed internazionali.

Il turismo a Vicenza vola al di sopra della media del Veneto nei primi novemesi del 2013.
\"\" Da inizio gennaio a fine settembre 2013 il Veneto ha registrato +0,9 percento di arrivi e -1,6 per cento di presenze rispetto allo stessoperiodo del 2012. I dati sui flussi turistici nell'intera regione neiprimi nove mesi dell'anno forniti dalla Regione Veneto rendono ancorapiù evidente il successo della città di Vicenza che da gennaio asettembre 2013 ha segnato +18% per gli arrivi e +3,5% per le presenze.Per “arrivi” si intende il numero di persone registrate negli alberghi enelle altre strutture ricettive, per “presenze” il numero totale deipernottamenti.

Il risultato di Vicenza città è infatti entusiasmante: Se il turismoin regione cresce di meno dell'1%, Vicenza raggiunge quota +18%”!   Buoni anche i dati della provincia di Vicenza che ottiene nei primi nove mesi del 2013 +7,2% per gli arrivi, ma -2,5% per le presenze; va ricordato che il dato della provincia è comunque trainato dal +18% e dal +3,5% della città che sono compresi al suo interno. Complessivamente, infatti, il turismo del comune di Vicenza rappresenta il 30,3% del totale degli arrivi di tutta la provincia e il 23,6% delle presenze.

Il Veneto è di gran lunga la regione più turistica d'Italia; Nel 2012 ci sono stati 62,4 milioni di presenze nella regione: in media, ogni 6 pernottamenti in Italia, 1 è in Veneto. La parte del leone la fa Venezia e la sua provincia (34 milioni di presenze nel 2012) seguita da Verona, la zona del lago di Garda e la provincia (14 milioni di presenze nel 2012). Vicenza e provincia nel 2012 sono rimaste molto indietro, al di sotto dei 2 milioni di presenze totali. Questo significa che c'è un grande potenziale turistico per la nostra città, che non è mai stato valorizzato a sufficienza in passato. Con la riapertura della Basilica palladiana nell'ottobre del 2012 e la grande mostra Raffaello verso Picasso, il Comune ha dato il primo grande impulso in questa direzione. Una spinta di cui vediamo ora i risultati con dati che vanno oltre le più rosee aspettativa per i primi nove mesi del 2013, ancor di più se comparati con il dato regionale.
Ma questo è solo un punto di partenza; Di più, è la dimostrazione che investire in cultura e turismo significa creare opportunità per il presente, ma soprattutto per il futuro della nostra economia. La città sta cambiando, diventando sempre più aperta e accogliente, grazie all'impegno di albergatori, ristoratori, baristi e di tutti gli operatori che insieme al Comune hanno deciso di scommettere sul turismo come fonte di benessere in tempi di crisi economica. Una scommessa che ha dimostrato di essere vincente e merita quindi di essere rilanciata.
Questi primi risultati convincono infatti ancora di più che Vicenza può e deve lavorare con coraggio per conquistare il ruolo che le spetta: è una capitale dell'arte, della cultura e della bellezza che merita di diventare una meta turistica di primo piano nei circuiti nazionali e internazionali. Raggiungere questo obiettivo porterà benefici al capoluogo, ma con riflessi positivi su tutto il territorio provinciale.

Non perderti:
Storia di Vicenza
Vicenza città d'arte
Cultura a Vicenza
Tradizioni a Vicenza

blog comments powered by Disqus