Pubblicato da: Redazione VICENZA.COM
Vicenza,

VICENZA CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE

Venerdì 25 Novembre “Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne”. Colonne di Piazza dei Signori illuminate di arancione, una marcia silenziosa per le vie del centro, letture, incontri e spettacoli teatrali.

VICENZA CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE

Sono numerose le iniziative organizzate dall'ufficio Pari opportunità del Comune di Vicenza in collaborazione con la Consulta comunale per le Politiche di Genere e molte associazioni femminili del territorio per celebrare il 25 novembre, scelto nel 1999 dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite quale “Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne”.


La giornata di venerdì 25 novembre si aprirà alle 17.30 con l'illuminazione delle colonne di piazza dei Signori di arancione, colore ufficiale della campagna “Orange the world: end violence against women and girls” per dire simbolicamente NO alla violenza di genere.L'iniziativa, che si protrarrà fino a mezzanotte, è promossa da UNWomen, comitato nazionale Italia, in collaborazione con la Consulta Comunale per le Politiche di Genere e l'associazione Fidapa BPW Italia, sezione di Vicenza. Sponsor dell'evento sarà l'azienda Idee in luce di Cervelli Claudio & C. di Montecchio Maggiore.


“Vicenza ci tiene molto a partecipare a iniziative come questa per dare un segnale forte contro un problema molto diffuso – ha dichiarato il consigliere comunale delegato alle Pari opportunità Everardo Dal Maso –. Sono molte le città che negli scorsi anni hanno aderito all'evento, sia in Italia con l'illuminazione della statua di Minerva a Roma, del Maschio Angioino a Napoli, di altri monumenti a Venezia, Pisa, Ancona,... che nel mondo, con l'Empire State Bulding, le Piramidi di Giza,... È importante non abbassare la guardia e sensibilizzare il maggior numero di persone affinché capiscano che si può uscire dalla spirale della violenza”.


Fidapa BPW Italia è un movimento di opinione che ha lo scopo di promuovere, coordinare e sostenere le iniziative delle donne che operano nel campo delle arti, delle professioni e degli affari, autonomamente o in collaborazione con enti, associazioni ed altri soggetti. È presente sul territorio nazionale con 300 sezioni e 11.300 socie e ha l'obiettivo di essere da supporto alle giovani donne mettendo a disposizione le competenze delle socie con incontri ed eventi.



Alle 18.30 in piazza delle Poste, davanti alla fontana di contra' Garibaldi, la compagnia Teatro della Cenere presenterà un estratto di “Troiane” di Euripide. Un fiume di sangue scorre al centro della città: se di guerra bisogna parlare, allora non si può sfuggire all’immagine di un torrente carico di corpi feriti. Attrici in abito da sera, vestite a lutto con i loro turbanti orientali, celebrano il rito funebre così come la città l’ha stabilito, con i gesti composti della cerimonia concessa, il dolore misurato e costretto dentro a una liturgia nota. Regia e sceneggiatura di Marta Scaccia. Aiuto regia: Martina Camani. Interpreti: Maria Cascone, Elisabetta Luise, Laura Mondin. L'ingresso allo spettacolo, della durata di 15 minuti, è libero. Per informazioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. e https://www.facebook.com/events/1832446307001815/.


Alle 21 al polo Giovani B55 di contra' Barche 55 il gruppo Follia Organizzata proporrà “Siamo tutte noi”, letture di divers@ autor@. Ci sono molti modi di fare violenza sulle donne: si parlerà di alcuni di questi, ma anche della forza, della speranza e della capacità di rialzarsi da parte delle donne. È necessario urlare la violenza, non tacerla in modo da non essere vittime; non vendicarsi, ma pretendere con forza la giustizia e soprattutto fare in modo che la violenza non faccia più parte della nostra vita. L'ingresso è libero. Per informazioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. .


Sempre alle 21 al teatro Astra, in contra' Barche 53, andrà in scena lo spettacolo teatrale “Marcella o dell’uccisione dell’anima” di Valentina Loche e Tino Belloni con la compagnia teatrale I Barbariciridicoli. Si tratta di uno spettacolo inedito e originale, che racconta, con forte impatto emotivo, il percorso di maturazione e la presa di coscienza da parte di una donna vittima della violenta brutalità del marito insieme alla sua estrema difficoltà nell'intraprendere un tragitto verso un futuro di emancipazione e di libertà. Subito dopo la rappresentazione, si terrà un confronto/dibattito con gli spettatori “La realtà oltre la finzione”, sul tema della violenza di genere e del femminicidio. L'evento è a cura di Donna chiama Donna, con il contributo di Soroptimist International - club Vicenza. Interprete: Valentina Loche. Regia, scene e costumi: Tino Belloni, aiuto regia: Roberto Piredda, direzione tecnica: Davide Sedda. L'ingresso è unico (10 euro). Per informazioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. .


Sabato 26 novembre lungo le vie del centro, con partenza alle 15.30, si terrà l'appuntamento più significativo della programmazione di eventi per celebrare la giornata contro la violenza 2016: la “marcia silenziosa” organizzata dalla Consulta per le Politiche di Genere del Comune di Vicenza, dall'ufficio pari opportunità, dall'associazione Donne Medico della provincia di Vicenza e dal CeAv - Centro Antiviolenza comunale di Vicenza. La violenza sulle donne non ha tempo né confini. Le vittime non parlano solo la nostra lingua, ma tutte le lingue del mondo. Le ricordiamo senza altre parole. Il ritrovo è alle 15 all’esedra di Campo Marzo. La partenza è fissata per le 15.30 e l'arrivo - in piazza Biade - alle 16.30 circa. Il percorso si snoderà dall'esedra di Campo Marzo, lungo viale Roma, porta Castello, corso Palladio, contra' Santa Barbara, piazza Biade. All’arrivo in piazza Biade oltre 60 performer daranno vita a un’azione teatrale semplice e suggestiva, per trasmettere un messaggio finale positivo, pieno di speranza, di incontri e possibilità di condivisioni, per recuperare risorse e potenzialità personali. Si tratta di “Riparazioni”, a cura di Kitchen Teatro Indipendente, terzo appuntamento della rassegna Profili 2016, regia di Franca Pretto: un’opportunità per ribadire l’importanza di affrontare assieme il tema della violenza sulla donna, un problema grave diffuso e radicato nelle culture di tutto il mondo, compresa la nostra. La partecipazione è libera. Per informazioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. .


Sempre sabato, alle 19 e alle 21, negli spazi di Exworks – Zeroglass, in strada del Pasubio 106/G, la compagnia Teatro della Cenere presenterà la prima dello spettacolo teatrale “Cassandra” di Christa Wolf. Si tratta di un monologo per un’attrice sola: Cassandra parlerà mentre Troia continua a bruciare: è prima di tutto il nome di una voce inascoltata che vuole dare luogo all’umano, alla memoria e alla partecipazione mentre ne segnala l’assoluta mancanza. Cassandra è la poetessa che continua a ricordarci dove siamo e dove dovremmo essere, è la veggente che non annuncia una profezia sul futuro ma dà corpo all’invisibile, a ciò che occhi meno sapienti non sanno vedere. Troia brucia non per mano nemica, ma per la sua arroganza che mette a fuoco tutto, per il germe della giovinezza che urla nel suo corpo puro e spietato, nella sua bocca spalancata ad un gorgo di parole che nessuno vuole udire. Regia e sceneggiatura di Marta Scaccia; aiuto regia: Martina Camani; interprete: Elisabetta Luise. L'ingresso è di 10 euro. Lo spettacolo, della durata di 45 minuti, è all'aperto. Prenotazione obbligatoria a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. o al 3472193081. Per informazioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. , www.teatrodellacenere.it e https://www.facebook.com/events/336728563354021/.


Domenica 27 novembre alle 21 al Teatro Astra, in contra' Barche 55, la compagnia Teatro della Cenere propone lo spettacolo “Baccanti” di Euripide. Baccanti è la storia dell’uscita dalla civiltà di una parte della città: le donne lasciano le case per ritirarsi sul monte Citerone e celebrare i riti del dio, abbandonano il linguaggio per danzare, cantare, correre mentre gli uomini al potere – Penteo, Cadmo e Tiresia – tentano ogni strada possibile per convincerle a rientrare. La messa in scena mescola parole e azioni fisiche, musica, monologhi e dialoghi poiché Baccanti è prima di tutto la storia di un ritorno alle radici dell’essere umano, alla sua dimensione fisica e spirituale così come si esprime nello spirito della danza: le donne di Tebe celebrano in Dioniso la vita della natura e la forza dei corpi. Traduzione di Davide Susanetti. Regia e sceneggiatura di Marta Scaccia. Aiuto regia: Martina Camani e Elisabetta Luise. Interpreti: Caterina Bezhani, Damian Bruzzo Morris, Martina Camani, Maria Cascone, Cristiano Culicchi, Rocco Dal Lago, Sebastiano Lubian, Elisabetta Luise, Laura Mondin, Valerie Payne, Marta Scaccia, Enrico Stecchezzini, Antonio Zuccon Ghiotto. L'ingresso è di 5 euro. Prenotazione obbligatoria a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. o al 3472193081. Sconsigliato ai minori di 14 anni. Per informazioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. e https://www.facebook.com/events/1630087793957858/.


Da lunedì 28 novembre a venerdì 2 dicembre nella sede della Prefettura di Vicenza, in contra' Gazzolle 1 – entrata Provincia, dalle 10 alle 12.30 e dalle 15.30 alle 18, sarà possibile visitare la mostra fotografica “70 anni del voto alle donne” a cura della Prefettura di Vicenza. L'ingresso è libero. Per informazioni: 0444 338480.


Fino a domenica 11 dicembre all'ingresso della Biblioteca Bertoliana (Palazzo San Giacomo) sarà possibile visitare l'esposizione di Lightbox contro la violenza di genere “senza titolo” (lightbox - anno 2009) del collettivo NASTYNASTY (Emiliano Biondelli e Valentina Venturi), rappresentazione della femminilità misconosciuta nelle persone Transgender (MtoF), Opera Delocalizzata per Latente>Diffusa. Inoltre, nel salone degli Zavattieri (Basilica Palladiana) si terrà l'esposizione di un libro a tiratura limitata “Over their dead bodies” (Libro d'Artista - anno 2015) di Kensuke Koike, Opera Delocalizzata per Latente>Diffusa, che descrive una situazione di violenza subita dalla popolazione femminile durante le guerre. L'ingresso a entrambe le esposizioni è libero. Per informazioni: Latente>Diffusa: www.facebook.com/latentediffusa,www.delosvicenza.it, tel. 339 8946918, e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. .


Redazione VICENZA.COM
blog comments powered by Disqus