Pubblicato da: VisintinRX
Vicenza,

VISINTIN CONTINUA L'APPRENDISTATO NEL KARTCROSS

Il pilota di Bassano del Grappa, in gara per i colori del Rally Team, rientra positivo dall'appuntamento di Maggiora, valido per il Campionato Italiano Rallycross.

VISINTIN CONTINUA L'APPRENDISTATO NEL KARTCROSS

Bassano del Grappa (Vi), 01 Giugno 2017 – Che la strada dell'apprendistato fosse lunga e tortuosa lo si sapeva sin dalla vigilia, quando Luciano Visintin decise di abbandonare il mondo dei rally verso quello del rallycross, quindi il secondo atto della massima serie tricolore di specialità, tenutosi lo scorso weekend sul circuito di Maggiora, va interpretato sotto questa chiave di lettura, con il pilota vicentino che, passo dopo passo, si trova sempre più a proprio agio in questo ambiente.
L'incognita più grossa della vigilia era rappresentata dalle inedite, per il rallycross, sfide a otto  dove il portacolori del Rally Team di Rosà si presentava alla guida di un Demoncar, dotato di un cuore pulsante, da 600 cc, griffato Kawasaki.
Una trentina di concorrenti agguerriti si presentavano, Sabato, ai nastri di partenza della prima heat di qualificazione con Visintin che veniva sorteggiato con il numero uno: pronti, via e con uno scatto fulmineo il driver vicentino imboccava la prima curva al comando.
Alla distanza emergeva la maggiore esperienza, nonché malizia, degli avversari ma, nonostante questo, la manche lo vedeva chiudere con un buon terzo posto, su otto partenti.
Si riparte l'indomani con il gioco delle classifiche che costringe Visintin a scattare dell'ultima posizione in griglia, durante la seconda heat.
La lotta serratissima, in gara tutti i big del kartcross nostrano compreso il campione italiano in carica, vedeva il pilota del Demoncar impegnato nel tentativo di tenere il ritmo dei migliori, impresa non di certo semplice.
Le ultime due heat in programma penalizzavano Visintin che rimaneva bloccato nel gruppo e, complice qualche toccata, mancava l'accesso alla semifinale per una manciata di punti.

“Sono uno degli ultimi arrivati in questo ambiente” – racconta Visintin – “e l'unico mio obiettivo è quello di imparare qualcosa di nuovo ad ogni uscita. Mantenere il passo del campione italiano in carica, ma anche dei diretti inseguitori che vivono il kartcross da molto più tempo di me, è davvero difficile. Basti pensare che i migliori giravano su tempi di poco inferiori rispetto alle supercar. Non credo ci sia altro da aggiungere per capire quanto sia alto il livello di questi piloti. Rispetto allo scorso anno abbiamo abbassato i nostri tempi sul giro e ciò ci gratifica perchè conferma la nostra crescita. Anche in questa occasione abbiamo sfiorato l'accesso alla semifinale, sfuggito per pochissimo, quindi non possiamo che essere contenti perchè, un po' alla volta, stiamo imparando.”

Prossimo appuntamento di cartello per Visintin sarà a Settembre con il Campionato Europeo Autocross, sempre sul circuito di Maggiora, con la categoria kartcross che si prepara ad accogliere un nutrito plotone di partenti, provenienti da tutt'Europa.

“A Settembre saremo al via dell'Europeo” – sottolinea Visintin – “e li si che sarà davvero perchè ci troveremo a battagliare con i migliori interpreti del kartcross a livello continentale.”

Luciano Visintin - Ufficio Stampa
blog comments powered by Disqus