banner vicenza.com guida2

Presentazione

La provincia di Vicenza, che si estende su un territorio di 2.722 kmq., con circa 750.000 abitanti e 121 comuni, si divide in tre aree. Una montana a nord, con il massiccio del Pasubio, il Monte Grappa e l’Altopiano di Asiago e dei 7 Comuni, una seconda centrale pedemontana, con importanti centri economici come Schio, Valdagno, Thiene, Marostica e Bassano del Grappa, e infine una terza zona meridionale pianeggiante, che declina a sud fino ai Colli Berici.

 

La zona montana di nord ovest è occupata dalle "Piccole Dolomiti", che comprendono il massiccio del Pasubio. A Nord ci sono due vasti altopiani, quello di Tonezza Fiorentini e il più rinolmato di Asiago. A sud di Asiago ci sono i monti Cengio e Paù, mentre a nord si erge il monte Ortigara. Vicentino in parte è anche il Monte Grappa, che si trova compreso tra le province di Vicenza, Treviso e Belluno.

 

Nella fascia pedemontana si trovano molti gioielli dellabellisima provincia vicentina: Bassano del Grappa e la vicina Marostica, la prima famosa per il suo centro storico deliziosamente conservato, la seconda per la celebre piazza degli Scacchi, sono vere e proprie gemme della provincia. Ma anche, più ad ovest, Thiene, Schio e Valdagno, con la vicina Recoaro Terme, sono centri noti per la loro ricca attività economica e anche per la bellezza dei dintorni.

 

Le montagne vicentine furono teatro di cruente battaglie durante la Prima Guerra Mondiale, sia sul Grappa che sull’Altopiano. Con la loro rete di trincee, gallerie, mulattiere e sentieri, ancora oggi esistenti, costituirono un immenso campo di battaglia, nel quale le truppe italiane contrastarono strenuamente l’invasione nemica. Asiago è al centro dell’omonimo Altopiano, oggi località turistica tra le più rinomate. I quattro Sacrari, Pasubio-Cimone-Asiago e Grappa, conservano i resti dei caduti e sono raffigurati nello stemma di Vicenza.

 

I Colli Berici, nella parte sud della provincia, sono un gruppo di colline la cui altezza massima sfiora i 450 metri e possiedono rocce di "pietra tenera", facilmente lavorabile ed estraibile, usata per statue, fontane e costruzioni varie. E' questa un'area di grande bellezza naturalistica, impreziosita da angoli e scorci paesaggistici davvero incantevoli e da alcune tra le più belle ville in stile palladiano. In questa zona si producono alcuni dei vini vicentini più pregiati, ovviamente riconosciuti col marchio Doc. Nel vicentino scorrono numerosi corsi d’acqua: Agno, Astico, Bacchiglione, Brenta, Chiampo, Leogra, Posina, Retrone e Tesina. Il maggiore di questi è il fiume Brenta, che nasce in territorio trentino e scorre nella Valsugana toccando Bassano del Grappa per poi sfociare nel mare Adriatico.